giovedì 21 settembre 2017

SISTEMA IMPRESA

08-05-2017

Nuova Rea, passione per i motori da 50 anni

Pietro Quartieri: «La formazione è la nostra peculiarità. Fondamentale il rapporto con un'associazione come Sistema Impresa. Allo Stato chiediamo meno burocrazia».




Più di cinquant'anni di storia, per una realtà che è punto di riferimento per oltre 200 officine della provincia di Cremona, di Lodi, e della bassa bergamasca e bresciana. È la Nuova Rea, azienda nata nel 1965 che si occupa di distribuzione e commercio di componeneti e ricambi per auto, autocarri, trattori e moto. Con una sede a Crema e una filiale a Castelleone, per un magazzino totale di circa 3000 metri quadrati, la Nuova Rea è rivenditore autorizzati di marchi come Magneti Marelli e Bosch. Delle caratteristiche e della storia dell'azienda abbiamo parlato con il titolare, Pietro Quartieri.

 

Ci racconti in breve la storia sua attività.

 

Abbiamo più di 50 anni di storia alle spalle. L'azienda è stata fondata da mio padre, Emilio Giorgio Quartieri, nel 1965, quando si era ancora agli albori di questo tipo di attività. Da allora è stata sempre un crescendo, all'insegna della passione per i motori, e le tappe fondamentali sono state il trasferimento a Crema, e poi l'apertura della filiale a Castelleone, lungo la Paullese. Oggi possiamo dire con soddisfazione di essere una realtà molto affermata nel nostro territorio

 

Quali sono le caratteristiche principali della vostra azienda?

 

Il centro della nostra attività è la distribuzione e il commercio di compenenti per auto, autocarri, trattori e moto. Le moto, in realtà, rappresentano una divisione a parte: trattiamo prodotti per moto, componentistica e abbigliamento, come rivenditori autorizzati di grandi marchi quali Dainese e Nolan, e vendiamo direttamente all'utente finale. Per le auto invece operiamo come fornitori delle autofficine, e siamo rivenditori autorizzati di Magneti Marelli e Bosch. Forniamo circa 220 officine nel raggio di 30 chilometri, 40 delle quali sono officine autorizzate. La nostra peculiarità, poi, è quella di puntare sulla formazione e l'aggiornamento tecnico: ogni anno, presso la sede di Castelleone, organizziamo una decina di corsi, tenuti da docenti messi a disposizione sia da Magneti Marelli che da Bosch. Partecipano tutte le officine che riforniamo, e al termine del corso rilasciamo un attestato. Uno degli ultimi corsi che abbiamo organizzato e che ha avuto un grande successo è stato quello per l'abilitazione PES-PAV, che certifica gli autoriparatori che intervengono su macchine ibride ed elettriche, un settore sempre più in aumento e che richiede una specifica professionalità.

 

Le vostre prospettive per il futuro?

 

Il primo obiettivo per i prossimi anni è sicuramente quello di consolidare la partnership con Magneti Marelli e Bosch, con il fine anche di sviluppare la rete delle autofficine autorizzate. Un passaggio ulteriore che potremmo valutare nei prossimi anni è quello dell'apertura di una nuova filiale. Inoltre, abbiamo anche l'obiettivo di incrementare la vendita on line, sempre come 'b2b' con gli autoriparatori, e non sull'utilizzatore finale.

 

Un imprenditore come lei come vede la situazione italiana sul piano della situazione economica e del rapporto tra imprese e istituzioni?

 

Quel che mi aspetto dalle istituzioni sicuramente è una sempre maggiore attenzione nei confronti di chi fa impresa. Purtroppo ora la situazione non è questa, e certamente l'ambito in cui ciò è più evidente è quello della burocrazia. L'imprenditore, al giorno d'oggi, deve dedicare una gran parte del proprio tempo per adempiere aspetti burocratici: tutto ciò naturalmente va a discapito dell'impresa stessa, e del tempo che bisognerebbe dedicare per migliorare e ampliare il proprio lavoro. Troppa burocrazia è di ostacolo allo sviluppo economico non solo delle singole imprese, ma dell'intero sistema paese.

 

Voi siete associati ad Asvicom-Sistema Impresa. Che beneficio traete dal fatto di essere parte di questa rete?

 

Essere parte di una associazione di categoria come Sistema Impesa è un valore aggiunto per noi molto importante. Il supporto dell'associazione ci permette di avere tanti vantaggi, a partire soprattutto dal fatto di essere sempre aggiornati su normative e altri aspetti per noi fondamentali. Noi imprenditori abbiamo quotidianamente a che fare con diverse problematiche concrete e molto complesse, e il rapporto diretto con un'associazione che si dimostra vicina e collaborativa è fondamentale. Inoltre, noi usufriamo molto del supporto dell'ente interprofessionale per la formazione continua collegato a Sistema Impresa, vale a dire Formazienda, per organizzare i corsi di aggiornamento di cui parlavo. Abbiamo dunque un sostegno a 360 gradi di cui siamo molto soddisfatti.

  • ebiten nazionale
  • formazienda
  • fidicom asvifidi