martedì 12 dicembre 2017

SISTEMA IMPRESA

28-09-2017

ROMA. Aziende bus contro giunta Raggi

FAI: «Operatori del settore in ginocchio, pronti alla serrata e al blocco del traffico»




«Quanto sta accadendo a Roma con il nuovo piano per la mobilità del centro storico di Roma capitale è molto grave» dichiara Alfonso Riva, il presidente della FAI Trasporto Persone, l’associazione che aderisce alla confederazione nazionale Sistema Impresa e che rappresenta oltre 600 aziende su tutto il territorio nazionale. «Il comportamento della Giunta Raggi danneggia enormemente la categoria e l’intero comparto turistico: alberghi, ristoranti, guide, agenzie di viaggi. La protesta è condivisa da tutti i soggetti della filiera».

 

L’assessore alla Città in Movimento Linda Meleo ha proposto la chiusura del centro storico della capitale vietando l’ingresso ai bus turistici ed incrementando il ticket d’ingresso nelle aree limitrofe.

 

«Ovviamente gli autobus euro 6 a questo punto sono stati un investimento inutile – dichiara il segretario Adriano Bosio – ed è una vera presa in giro per tutte le imprese che hanno sostenuto costi enormi per ammodernare il parco bus considerato che i mezzi dell’Atac circolano liberamente pur essendo ancora euro 3 o addirittura inferiori».

 

«Dopo gli incontri del 15 e del 22 settembre – conclude il presidente Riva - l’assessore Meleo è rimasta ferma su una posizione che riteniamo lesiva degli interessi degli imprenditori, dei lavoratori e del circuito turistico. Se ci impediscono di lavorare agiremo di conseguenza e siamo pronti ad azioni legali e dimostrative fino alla serrata e al blocco del traffico. E’ l’inizio di una campagna nazionale di protesta. Siamo sotto attacco a Milano, Venezia e Firenze. Le amministrazioni pubbliche vogliono solo fare cassa. Ma così ci mettono in ginocchio. Una politica inaccettabile alla quale non possiamo che ribellarci».

 

 

  • ebiten nazionale
  • formazienda
  • fidicom asvifidi