martedì 22 ottobre 2019

SISTEMA IMPRESA

25-09-2019

Gestione della crisi da sovraindebitamento: Prassi di riferimento

Tazza: «Uno strumento di utilità per le imprese»




 Roma - Continuano i lavori del Tavolo “Gestione della crisi da sovraindebitamento”, ripresi lo scorso 23 settembre, per lo sviluppo di un documento che conterrà le linee guida per l’attività di consulenza riguardante la composizione della crisi da sovraindebitamento e per i rapporti con gli Organismi di Composizione della Crisi. Il progetto, di grande utilità per molte imprese, è stato sviluppato grazie alla collaborazione tra Sistema Impresa e UNI- L’ENTE ITALIANO DI NORMAZIONE.

 

Il documento fa riferimento alle procedure di sovraindebitamento, una procedura che consente agli Enti, alle piccole imprese individuali e collettive, aziende agricole e tutti i soggetti non fallibili, di risolvere la crisi da sovraindebitamento, quindi di insolvenza, tramite una procedura introdotta dalla Legge 3/2012 “Disposizioni in materia di usura e di estorsione”, nonché di composizione delle crisi da sovraindebitamento e tiene conto delle recenti disposizioni introdotte dal Decreto legislativo 12 gennaio 2019, n.14 “Codice della Crisi d’impresa e dell’insolvenza in attuazione della legge 19 ottobre 2017, n 155”.

 

La futura UNI/PdR fornirà delle linee guida per la definizione della procedura delle attività attinenti la consulenza riguardante la composizione della crisi, così come previsto dalle disposizioni di legge, andando a definire ogni fase di analisi documentale, tecnico-giuridica e formale rispetto alla gestione dei rapporti con gli Organismi di Composizione della Crisi (OCC). Il documento specificherà inoltre i requisiti del soggetto che può istituire l’OCC presso il Segretariato Sociale e conseguente iscrizione all’Albo OCC, tenuto dal Ministero della Giustizia.

  • ebiten nazionale
  • formazienda
  • fidicom asvifidi
  • fondo di assistenza sanitaria