mercoledì 13 novembre 2019

SISTEMA IMPRESA

25-10-2019

Salario minimo e rappresentanza sindacale: quali sfide ci attendono. L’incontro a Roma.

La Confederazione Sistema Impresa, rappresentata dal Segretario confederale Enrico Zucchi, ha partecipato oggi all’incontro dal titolo “Salario minimo e rappresentanza sindacale: quali sfide ci attendono” presso la Fondazione Mo.Mec a Roma.




La sintesi di Sistema Impresa

Sistema Impresa ha contributo allo svolgimento dei lavori raccogliendo le indicazioni emerse nel corso dell’incontro e fornendo una chiave di lettura per lo scenario futuro: «Si tratta di temi molto importanti che sono destinati ad avere un forte impatto sul mercato del lavoro, sulla competitività delle aziende e sull’intero sistema delle relazioni industriali che, per rispecchiare al meglio la fotografia produttiva del Paese, non può che essere fondato sulla libertà sindacale».

 


Livelli retributivi e centralità del Contratto Collettivo/Aziendale

La posizione emersa sulla tematica del salario minimo è unanime: i livelli retributivi vengono stabiliti dalle organizzazioni datoriali e dei lavoratori nella fase della contrattazione collettiva e/o aziendale. È stata mostrata apertura al salario minimo (ma inferiore ai 9 euro) nei comparti in cui la contrattazione non si è ancora espressa.

 


Libertà di sindacato ma no alla frammentazione contrattuale

In merito alla rappresentanza sindacale il pensiero condiviso è che questa non si nega a nessuno a condizione che abbia un perimetro circoscritto alla realtà rappresentata. Il tema della rappresentatività dei sindacati dei lavoratori e degli imprenditori ha offerto diversi spunti di riflessione che hanno un minimo comune denominatore: la contrarietà alla misurazione in assenza di criteri e regole chiare e condivise. Nella dialettica sindacale è stato rimarcato ancora come la frammentazione contrattuale produca troppi contratti collettivi.

 

Organizzatori e partecipanti

La round table è stata organizzata da Massimo Garavaglia, viceministro dell’Economia e delle Finanze nel governo della XVIII legislatura, da Claudio Durigon, già sottosegretario per il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e da Giancarlo Giorgetti, già sottosegretario della Presidenza del Consiglio dei Ministri. All’incontro hanno partecipato molti esponenti del mondo datoriale (tra i quali anche Confindustria, Confimi, Confartigianato, CNA, Confesercenti e Assolavoro), del mondo sindacale (tra i quali anche Cisl, Uil e Ugl), del mondo accademico (tra i quali il Prof. Proia, il Prof. Sacconi, il Prof. Messagli ed il dott. Falasca) oltre a rappresentanti delle grandi imprese (FCA e altre).

 

  • ebiten nazionale
  • formazienda
  • fidicom asvifidi
  • fondo di assistenza sanitaria