lunedì 24 febbraio 2020

SISTEMA IMPRESA

05-02-2020

Bonus verde 2020, Tazza: «Un aiuto per imprese e famiglie»

Detrazione fiscale del 36% fino a 5mila euro. Un aiuto per le oltre 20mila aziende di un settore che cuba quasi 2 miliardi di euro di fatturato




Prorogato il bonus verde anche per il 2020. La detrazione fiscale del 36% per i lavori che interessano la sistemazione di giardini e terrazze è stata confermata nel Milleproroghe.

 

Il bonus Irpef del 36% si estende fino ad un massimo di 5mila euro di spesa e si inserisce nel pacchetto di agevolazioni sulla prima casa che sarà valido fino al 31 dicembre dell’anno in corso.

 

«La proroga del bonus verde – dichiara Berlino Tazza, alla guida della confederazione Sistema Impresa che riunisce 160mila Pmi su tutto il territorio nazionale – interessa tutta una serie di interventi realizzativi sugli edifici esistenti fino a coprire le spese relative alla fase di progettazione e di manutenzione tranne le operazioni ordinarie e i lavori in economia. La detrazione fiscale rappresenta una boccata di ossigeno per i consumatori e per le aziende che operano in un settore che, in Italia, riunisce oltre 20mila imprese con un fatturato che si sta progressivamente avvicinando ai due miliardi di euro. Il bonus ha il merito di incentivare l’attività di cura e manutenzione del paesaggio permettendo al nostro Paese di raggiungere i livelli della Germania e delle nazioni del Nord Europa. La quota nella costruzione del Pil nazionale è ancora al di sotto della media UE ma le agevolazioni fiscali, insieme alle nuove regole per esercitare l’attività che contrastano la concorrenza sleale e il sommerso, contribuiscono a sostenere le buone aziende che operano alla luce del sole presidiando il mercato con professionalità e salvaguardando la tenuta occupazionale».

La detrazione fiscale per i lavori di sistemazione a verde che riguardano edifici esterni, coperture e giardini pensili è stata introdotta dal 2018 e fin da subito è stata accolta con favore al punto che è stata prorogata per il 2019 ed è stata confermata per il 2020. Si aggiunge al bonus ristrutturazioni, al bonus mobili, all’ecobonus e alla novità assoluta della legge di bilancio 2020, il bonus facciate, che garantiscono un risparmio per i consumatori dando impulso all’attività delle imprese.

 

«Non dimentichiamo inoltre – sottolinea Tazza – che le aziende attive nel settore della manutenzione del verde svolgono un ruolo molto positivo ai fini della salute pubblica e della qualità della vita dei centri urbani perché una cura scrupolosa ed un’ampia estensione del paesaggio migliorano la qualità dell’aria, facilitano l’assorbimento delle polveri sottili, riducono l’isola di calore e riqualificano le aree edificate sul piano ambientale ed ecologico aumentando il valore degli immobili e tutelando nel tempo gli investimenti delle famiglie»

 

  • ebiten nazionale
  • formazienda
  • fidicom asvifidi
  • fondo di assistenza sanitaria