mercoledì 03 giugno 2020

FEDASVICOM LOMBARDIA

24-04-2020

Sistema Impresa e Confsal, nasce il Progetto Prospettiva Lavoro

Progetto Prospettiva Lavoro: l’asseverazione del Mog/Sgsl e il marchio ‘Covid-Impresa Protetta’. L’innovazione tecnologica contro gli effetti di lungo periodo del virus. Tazza: “Iniziativa che tutela la qualità in vista della Fase 2 e 3”




Sistema Impresa e Confsal stanno affrontando il tema dei grandi cambiamenti intervenuti e che interverranno nel mondo del lavoro e delle aziende con particolare riferimento alla tutela delle piccole e micro imprese. Il sistema socio economico italiano è chiamato a superare la sfida di uscire da uno “stop” generale decretato dalle istituzioni per contrastare e contenere il contagio del Coronavirus. Le imprese devono imparare ad operare in una prospettiva di convivenza con il virus.

 

DALL’EMERGENZA ALLA FASE 2 E 3

Le imprese per continuare ad operare nella Fase 2 e nella Fase 3 dovranno adottare dei nuovi modelli organizzativi basati sull’innovazione tecnologica (digitalizzazione, web, smart working ed intelligenza artificiale) e su principi di sicurezza ancora più marcati rispetto al passato. I mutamenti hanno una portata radicale. Il distanziamento sociale, per esempio, esigerà la prenotazione dei contatti cliente-fornitore (dalle banche al barbiere), la distribuzione della produzione su più turni, i controlli sanitari agli ingressi, l’adozione permanente di Dispositivi di Protezione Individuale non solo confinati nei reparti a rischio biologico.

 

IL PROGETTO ‘PROSPETTIVA LAVORO’

La Confederazione datoriale Sistema Impresa e la Confederazione dei lavoratori Confsal hanno condiviso il progetto “Prospettiva Lavoro” che accompagna imprenditori e dipendenti in un percorso mirato ad ottenere la qualifica di “Covid- Impresa Protetta” da parte di un ente che asseveri il modello di organizzazione e di gestione (MOG) o il Sistema di Gestione della Sicurezza sul Lavoro (SGSL). L’adozione della qualifica vale a certificare la capacità di minimizzare la possibilità di contagio del virus da e tra gli addetti e da e verso terzi (clienti, fornitori etc.).

 

IL RUOLO DEGLI ENTI BILATERALI

Il progetto inter confederale prevede il coinvolgimento del mondo della bilateralità espresso da Sistema Impresa e Confsal: Fass - Fondo di assistenza sanitaria integrativa; Ebiten - Ente bilaterale nazionale del terziario ed il Fondo  interprofessionale per la formazione continua Formazienda. Si richiede contestualmente la partnership delle Istituzioni politico-amministrative, del CNEL, delle Università e dei Centri di ricerca, dell’INL, dell’ANPAL, dell’UNI, dell’INAIL e degli enti di formazione. “Prospettiva Lavoro” si articola su diverse linee direttrici: declinazione delle misure di sicurezza per categorie CSC (Università, centri di ricerca etc.); Formazione (Fondo Formazienda); asseverazione MOG/SGSL (Ebiten); consolidamento della collaborazione sui MOG/SGSL nel settore terziario (INAIL); definizione di una specifica norma tecnica di asseverazione MOG/SGSL (UNI); innovazione tecnologica (Università, centri di ricerca etc.); welfare aziendale (Ebiten); prodotto assicurativo (Fass); accesso al credito tramite Garanzie Confidi.

 

IL MOG/SGL E IL MARCHIO ‘COVID – IMPRESA PROTETTA’

Il MOG/SGSL dell’azienda, asseverato da enti preposti, individua un modello a tutela degli addetti, dei clienti, dei fornitori, dei professionisti e di tutti coloro che interagiscono con l’azienda. Con il progetto Prospettiva Lavoro Sistema Impresa e Confsal si pongono come “driver” degli imprenditori e dei dipendenti per assisterli nell’adozione di misure propedeutiche all’ottenimento dell’asseverazione del MOG/SGSL che attribuirà all’azienda la qualifica di “Covid – Impresa Protetta” e costituirà una sorta di “marchio di qualità” nella percezione di chi opera nell’azienda e di chi chiede e offre beni e servizi alla stessa (clienti, fornitori etc.).

 

LE MISURE PROPEDEUTICHE DEL MOG/SGSL

Le misure propedeutiche all’ottenimento dell’asseverazione del MOG/SGSL sono: mappatura dell’impresa; stesura del MOG; formazione degli addetti dell’azienda che parteciperanno a specifici piani formativi che tratteranno il tema Covid-19 ed il tema MOG/SGSL; adozione del MOG/SGSL da parte dell’azienda. Una volta che il MOG/SGSL sarà asseverato da un ente preposto l’azienda potrà accendere una polizza assicurativa a copertura di eventuali spese che dovrà sostenere nel caso in cui le misure adottate non siano state sufficienti per evitare il contagio.

 

LA CENTRALITA’ DELL’INNOVAZIONE TECNOLOGICA Le imprese dovranno mutare i loro processi organizzativi ed abbracciare l’innovazione tecnologica come stella polare dell’attività esercitata dall’azienda. I nuovi orizzonti dei mercati nazionali e internazionali sono definiti dal web, dalla digitalizzazione, dalla robotizzazione del ciclo produttivo, dal telelavoro e dallo smart work, dall’intelligenza artificiale. L’irruzione della pandemia da Coronavirus ha accelerato irreversibilmente la necessità del cambiamento. Il Progetto “Prospettiva Lavoro” si inserisce in modo fattivo e risolutivo nel contesto della trasformazione digitale in corso.

 

PARTI SOCIALI E DECISORI PUBBLICI

La condivisione del progetto da parte delle OO.DD. e SS. è stata il fulcro del progetto. Le istituzioni sono il primo interlocutore delle parti sociali. Le istituzioni sono anche i soggetti destinatari della proposta di istituzionalizzare la logica del MOG/SGSL nel senso di renderla premiante per le aziende che hanno adottato il MOG/SGSL e ottenuto l’asseverazione rispetto a quelle che non ce l’hanno. L’estensione della premialità può esprimersi in diverse tonalità: dal sostegno economico o di natura fiscale per le aziende che adottano il MOG/SGSL al semplice riconoscimento del valore del “marchio di qualità” che viene attribuito dagli enti preposti all’asseverazione. Parimenti le istituzioni sono i destinatari della proposta di finanziare le aziende che adottano il MOG/SGSL per le spese sostenute per ottenere l’asseverazione e quelle ad esse connesse.

 

IL PRESIDENTE TAZZA: “VALORIZZATO IL CONCETTO DI QUALITA’”

 “Ancora una volta la progettualità inter confederale – spiega Berlino Tazza, presidente della Confederazione Nazionale Sistema Impresa - si sviluppa sul concetto di qualità che in questo momento si traduce nel riconoscere una premialità alle aziende che adottano efficacemente un MOG/SGSL asseverato che attribuisce il marchio di qualità “COVID - Impresa Protetta”. Un’iniziativa che si proietta nella dimensione dell’innovazione tecnologica e che sollecita la costruzione di un sistema di relazioni sindacali lungimirante, in cui alla logica del protezionismo di parte si sostituisce la logica della condivisione e del bene complessivo individuando nell’attività di impresa la fonte più autentica non solo dello sviluppo economico-produttivo ma anche dell’equità sociale”.


 




ALTRE IMMAGINI

ALLEGATI

  • ebiten nazionale
  • formazienda
  • fidicom asvifidi
  • fondo di assistenza sanitaria