giovedì 09 luglio 2020

SISTEMA IMPRESA

08-05-2020

Norma tecnica per l’asseverazione dei MOG nel settore Terziario

Al via i lavori in Commissione Sicurezza. Sistema Impresa con Uni e Inail. Tazza: «L’obiettivo è dotare le imprese del terziario di tutti gli strumenti per lavorare in sicurezza»




Al via i lavori della Commissione Sicurezza Uni – Inail – Sistema Impresa  "Metodi e sistemi di gestione della salute e sicurezza sul lavoro" che porteranno alla definizione di 2 importanti norme tecniche promosse  proprio da Sistema Impresa.

In particolare i due progetti riguardano:

  • Progetto UNI1607803 "Adozione ed efficace attuazione dei Modelli di Organizzazione e Gestione della salute e sicurezza (MOG-SSL) Parte 1 - Modalità di asseverazione da parte di Organismi Paritetici nel settore Terziario: commercio, distribuzione, servizi, turismo e pubblici esercizi"

 

  • Progetto UNI1607803 "Adozione ed efficace attuazione dei Modelli di Organizzazione e Gestione della salute e sicurezza (MOG-SSL) – Modalità di asseverazione da parte di Organismi Paritetici nel settore Terziario: commercio, distribuzione, servizi, turismo e pubblici esercizi - Parte 2: Requisiti di conoscenza, abilità, competenza delle figure professionali coinvolte nel processo di asseverazione nel settore Terziario: commercio, distribuzione, servizi, turismo e pubblici esercizi"

 

Tali progetti di norme tecniche vengono predisposti in attuazione del Rapporto UNI 11709 del maggio 2018, testo valido per l'elaborazione di norme tecniche settoriali in materia di asseverazione dei MOG ex art. 30 D.lgs.81/'08 & s.m.i., e in linea di continuità con quanto già effettuato nel settore delle costruzioni edili o di ingegneria civile attraverso la UNI
11751.

Il gruppo di lavoro tecnico sarà coordinato dal Antonio Terracina, coordinatore settore I  - Tariffe e Rischi Inail e dal dott. Matteo Pariscenti, direttore generale di Ebiten e membro della Commissione Sicurezza in rappresentanza di Sistema Impresa.

 

«Il progetto di una norma tecnica UNI per l'asseverazione dei MOG nel terziario – commenta il presidente di Sistema Impresa Berlino Tazza -  rappresenta la "chiusura del cerchio" rispetto ad un proficuo processo di collaborazione in essere tra Inail e Sistema Impresa iniziato nel 2015 con un Accordo Quadro in materia di salute e sicurezza e proseguito nel 2018 con uno specifico Protocollo d'intesa finalizzato alla redazione procedure semplificate per le  imprese del settore Terziario aderenti alla Confederazione che intendano implementare un MOG conforme.  Sistema Impresa desidera rappresentare a 360 le proprie aziende aderenti in materia di salute e sicurezza soprattutto nel terziario, settore in questo particolare momento congiunturale ad "alto rischio" di contagio dovuto al Covid - 19 e, all'uopo, abbiamo condiviso con Confsal un virtuoso progetto denominato "PROSPETTIVA LAVORO" che accompagna imprenditori e dipendenti in un percorso mirato ad ottenere la qualifica di "Covid- Impresa Protetta" da parte di un organismo paritetico che asseveri il modello di organizzazione e di gestione (MOG) o il Sistema di Gestione della Sicurezza sul Lavoro (SGSL)."

«Con una norma tecnica per l'asseverazione – commenta Matteo Pariscenti, direttore di Ebiten e membro della Commissione Sicurezza in rappresentanza di Sistema Impresa - le aziende potranno avere un riferimento puntuale delle procedure attuate dagli Organismi Paritetici del Terziario ai fini dell'asseverazione del MOG, elemento qualificante ai fini della presentazione del Modello OT23 all'Inail ma, soprattutto, per l'efficacia esimente dalla responsabilità amministrativa dell'azienda ai sensi del D.Lgs. 231/2001 per i reati di omicidio colposo e lesioni gravi o gravissime, rispettivamente artt. 589 e 590 del Codice Penale, commessi con violazione delle norme sulla tutela della salute e sicurezza sul lavoro. Proprio di qualche giorno fa - continua Pariscenti - la sentenza della Corte di Cassazione, Sezione IV penale, sentenza n. 13575-20,  che conferma alcuni rilevanti principi che continuano a rendere la sicurezza sul lavoro tra i reati presupposto da attenzionare maggiormente da parte degli enti societari tramite idonei modelli di organizzazione e gestione e un corretto operato del relativo Organismo di Vigilanza».

  • ebiten nazionale
  • formazienda
  • fidicom asvifidi
  • fondo di assistenza sanitaria