martedì 11 agosto 2020

16-07-2020

Regione Puglia, Sistema Impresa e Confsal - Firmato l’accordo per il Progetto Prospettiva Lavoro

Tazza: «Il marchio Covid - Impresa Protetta è una risposta concreta alle PMI. La governance pugliese ha riconosciuto il valore del nostro progetto».




BARI - La Regione Puglia sottoscrive il Protocollo d’Intesa con Sistema Impresa e Confsal dicendo sì al progetto Prospettiva Lavoro elaborato dalle parti sociali per garantire aziende e lavoratori contro gli effetti negativi della pandemia.

 

La firma dell’accordo è avvenuta a Bari, nella sede dell’assessorato alla Formazione e Lavoro.

Erano presenti l’assessore regionale Sebastiano Leo, il presidente di Sistema Impresa Berlino Tazza, il segretario generale di Sistema Impresa Enrico Zucchi e il segretario generale di Confsal Angelo Raffaele Margiotta.

 

Sistema Impresa e Confsal hanno elaborato il progetto “Prospettiva Lavoro” per sostenere imprenditori e dipendenti in un percorso mirato ad ottenere la qualifica di “Covid-Impresa Protetta” da parte di un ente che asseveri il modello di organizzazione e di gestione (MOG) ed il Sistema di Gestione della Sicurezza sul Lavoro (SGSL). L’obbiettivo è minimizzare la possibilità di contagio del virus all’interno dell’azienda e verso terzi.

 

«La volontà di Regione Puglia - dichiara il presidente di Sistema Impresa Berlino Tazza- di condividere una importante progettualità che abbiamo sviluppato insieme al sindacato Confsal nel tentativo di dare una risposta concreta alle imprese e ai loro dipendenti per ottenere la migliore tutela contro il Covid, è un passaggio strategico e prodromico alle ulteriori fasi attuative. Per diffondere e rendere davvero utile la qualifica di “Covid-Impresa Protetta” è infatti indispensabile una forte partnership istituzionale quale è quella che Regione Puglia ha fornito riconoscendo il valore della nostra azione. Ora siamo pronti a proseguire nella collaborazione sviluppando tutte le potenzialità di un nuovo ed efficace strumento che si configura come irrinunciabile per le imprese ai fini del superamento della fase 2 e 3».

 

«Abbiamo proposto - afferma il segretario di Confsal Margiotta - un modello che non solo ha la funzione di incentivare le condizioni di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro ma fornisce alle imprese un modello di riferimento, aiutandole nella difficile battaglia contro il Covid. La firma dell’accordo dimostra che la nostra proposta risulta sovrapponibile alle politiche del lavoro espresse dalla Regione Puglia. Una convergenza che unisce il mondo delle istituzioni e del sindacato creando sinergie utili per risolvere le criticità del presente e affrontare le sfide del futuro».

 




ALTRE IMMAGINI

ALTRE NOTIZIE

  • ebiten nazionale
  • formazienda
  • fidicom asvifidi
  • fondo di assistenza sanitaria