lunedì 06 luglio 2020

SISTEMA IMPRESA

30-01-2020

«Credito di imposta per le Pmi che investono in sicurezza»

Mog nel terziario: il progetto Sistema Impresa – Inail. La proposta di Tazza al Governo: «Più sicurezza per i lavoratori ma niente oneri aggiuntivi per le imprese».




«Dare un maggiore sostegno alle imprese che vogliono investire in sicurezza attraverso uno strumento fiscale, ovvero un credito d'imposta pari al 50% dei costi per le aziende che adottano modelli di organizzazione e di gestione, asseverati da organismi paritetici portati in deduzione con il modello F24».

È stata questa la proposta lanciata al governo da Berlino Tazza, presidente Sistema Impresa, la confederazione che ha organizzato, in collaborazione con Inail, il seminario nazionale ‘Promozione e applicazione dei modelli di organizzazione e gestione nelle pmi', che si è svolto giovedì 30 gennaio presso la sede dell’Inail di Roma.

Il presidente Tazza ha avanzato la proposta al Governo beneficiando della presenza del Sottosegratrio di Stato del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, Francesca Puglisi, che è intervenuta per l’apertura dei lavori comunicando «la volontà del Governo di operare in tema di salute e sicurezza al fianco delle imprese» e sottolineando la necessità di «privilegiare l’approccio di supporto rispetto a quello sanzionatorio con lo scopo di creare maggiore benessere organizzativo al’interno delle aziende».

 

La proposta del credito di imposta per le PMI sarà formalizzata da Sistema Impresa nelle opportune sedi legislative avviando un dialogo diretto con l’esecutivo nazionale. «È necessario un intervento normativo – spiega il presidente Tazza – e superare l’approccio sanzionatorio che non si è rivelato funzionale al raggiungimento dell’obbiettivo penalizzando le imprese. È doveroso sostenere concretamente le Pmi che investono in salute e sicurezza tutelando al meglio i lavoratori. La proposta di restituire una quota parte degli investimenti attraverso una compensazione di natura fiscale stimola l’adozione dei Mog e la conseguente diffusione delle buone prassi nel settore terziario».

 

Sistema Impresa, nell’ambito della sicurezza all’interno dei luoghi di lavoro, ha svolto un’azione efficae e continuativa grazie ad uno dei propri organismi bilaterali, il fondo interprofessionale Formazienda, che dal 2008 ad oggi ha finanziato 50milioni di euro per le attività formative che hanno interessato 44mila aziende per 148mila lavoratori. 

 

«La diffusione della cultura della sicurezza nel terziario – ha continuato il presidente Tazza – è per Sistema Impresa una priorità che abbiamo perseguitro con tenacia in questi anni e che ci ha condotto alla definizione di prassi innovative: i modelli di organizzazione e di gestione (mog) in riferimento al comparto del commercio, del turismo e dei servizi. Una novità per il settore che rappresentiamo. Le sinergie con Inail, e in accordo con la Confsal attraverso il coinvolgimento del sistema bilaterale Fondo Formazienda ed Ebiten, ci ha consentito di generare un metodo di lavoro virtuoso, che ci consente di dare risposte integrate, veloci  e di qualità ai bisogni di sicurezza nei luoghi di lavoro delle imrpese del terziario. Le PMI vanno supportate con strumenti di consulenza e formazione, ma vanno anche premiate e sostenute economicamente. Solo in questo modo adotteranno modelli di organizzazione e gestione migliorando la salute e sicurezza nella loro azienda e abbassando le tristi statistiche su malattie professionali, infortuni e morti sul lavoro».

 

  • ebiten nazionale
  • formazienda
  • fidicom asvifidi
  • fondo di assistenza sanitaria