venerdì 23 ottobre 2020

SISTEMA IMPRESA

01-10-2020

SI & Associazione Artigiani Miranese – Sì all’ingresso nella Camera di Commercio di Venezia-Rovigo

Il presidente Guido Codato: «Grande risultato»




L’Associazione Artigiani Miranese, aderente alla confederazione nazionale Sistema Impresa, ottiene l’accesso al sistema di rappresentanza e alla governance della Camera di Commercio di Venezia-Rovigo.

 

Oltre un migliaio di aziende iscritte e attive nell’ambito dell’artigianato, in gran parte Pmi, l’Associazione Artigiani Miranese rappresenta un’organizzazione datoriale con una storia importante, orgogliosa del proprio radicamento sul territorio e che ha centrato il grande obbiettivo di partecipare al nuovo Consiglio di una delle principali camere di Commercio del Veneto e del Nord Italia grazie all’apparentamento con Coldiretti siglato nella fase preventivo delle candidature.

 

«Non voglio nascondere la nostra soddisfazione – dichiara Guido Codato, presidente dell’Associazione Artigiani Miranese – poiché si tratta certamente di un traguardo di rilievo e non facile da raggiungere. Siamo riusciti ad avere accesso alla Camera di Commercio che ha la competenza sul nostro territorio. La collaborazione con Coldiretti consente di promuovere iniziative di supporto al sistema produttivo locale attraverso un percorso di condivisione che riunisce forze datoriali provenienti da settori produttivi differenti. La nostra associazione è specializzata nell’affiancare le micro, piccole e medie imprese dell’artigianato. Si tratta di Pmi che operano nell’edilizia, nel tessile, nel mercato del legno, nell’impiantistica, nell’elettronica e nella programmazione. Il nostro territorio è molto vivace e intraprendente dal punto di vista economico anche se la crisi del Covid ha colpito duramente. Presidiare l’ente camerale significa favorire in modo diretto e partecipato le azioni destinate al rilancio. Le priorità sono rappresentate dal reperimento di liquidità, che viene penalizzato dai grandi istituti di credito, e dall’eccesso di burocratizzazione che purtroppo rileviamo nel rapporto con la pubblica amministrazione. Gli oneri documentali sono troppi e la continua parcellizzazione normativa, che cambia di comune in comune, costituisce una criticità rilevante per le Pmi attive nell’ambito locale».

 

«Rivolgo i miei più sinceri complimenti al presidente Codato e alla sua squadra – dichiara il presidente nazionale di Sistema Impresa Berlino Tazza – che è riuscito a conseguire una meta importante, sfidante e che la nostra confederazione sta cercando di raggiungere in tutti i territori dove siamo presenti con le nostre articolazione territoriali e con le nostre federazioni. Il segnale che viene da Venezia è importante, positivo e ci spinge a lavorare perché il successo venga replicato anche in altri luoghi. Il supporto alla crescita e allo sviluppo delle economie locali è una prerogativa della nostra confederazione che ha tutti gli strumenti, sul fronte della contrattazione di prossimità e degli organismi bilaterali, per aiutare davvero le aziende attive nei sistemi produttivi territoriali».

 

«Aderire a Sistema Impresa – prosegue il presidente Codato - è stato un atto fondamentale perché ci ha consentito di mantenere la nostra autonomia e indipendenza pur all’interno di una confederazione nazionale. È un valore aggiunto considerevole e non immediatamente reperibile altrove. Credo che l’autonomia delle associazioni datoriali impegnate nei territori sia di primaria importanza. Di Sistema Impresa abbiamo apprezzato la struttura snella, dinamica e l’apertura ai temi più urgenti dello sviluppo dell’artigianato pur avendo una declinazione maggiormente rivolta all’ambito commerciale. Abbiamo apprezzato anche la capacità di offrire al mercato realtà che operano con efficacia nel campo della bilateralità che possono fornire servizi reali alle imprese».

  • ebiten nazionale
  • formazienda
  • fidicom asvifidi
  • fondo di assistenza sanitaria