mercoledì 19 maggio 2021

SISTEMA IMPRESA

26-11-2020

Cascom, mercato tunisino è cruciale per economia sarda

Da Cascom un progetto di cooperazione internazionale fra Sardegna e Tunisia. Pranteddu: «Mediterraneo strategico per lo sviluppo delle nostre imprese»




Cascom, organizzazione di imprenditori Sardi del settore del commercio aderente a Sistema Impresa, scrive all’assessore regionale Gianni Chessa per illustrare il progetto di cooperazione tra Sardegna e Tunisia.

 

Dal 2016 Cascom ha sviluppato una particolare attenzione ai problemi delle aziende sarde, artigiane e commerciali che operano in nord-Africa ed ha sempre promosso la cooperazione tra Sardegna e Tunisia. Una via cruciale per lo sviluppo ma che viene ostacolata dalla logistica e dagli spostamenti troppo onerosi che gravano sule persone e sulle merci.

 

«Per supportare al meglio le imprese sarde e italiane in Tunisia abbiamo attivato una sede nel nord Africa – spiega Antonello Pranteddu, presidente di Cascom - al fine di favorire lo scambio economico con aziende e istituzioni locali.  Abbiamo riscontrato molti punti di convergenza e le organizzazioni datoriali Cascom-Sinagry-Casartigiani hanno siglato un protocollo di intesa finalizzato a favorire la mobilità delle persone e delle merci. L’obbiettivo prioritario è concretizzare la creazione della rotta Cagliari – Tunisi. Alla fine del 2019 la compagnia aerea Jasmine ha mostrato un forte interesse per il nostro progetto che ha subito un rallentamento a causa della pandemia. Ma ora è il momento di ripartire».

 

«Abbiamo necessariamente bisogno del sostegno delle istituzioni sarde e tunisine - continua Pranteddu - per riprendere il percorso beneficiando di uno convinto sostegno negoziale. Nei precedenti incontri l’assessore regionale Chessa ha ascoltato le nostre proposte riconoscendone l’utilità per il rilancio del sistema economico e produttivo regionale. Negli ultimi mesi abbiamo avviato un dialogo con il senatore Giovanni Marilotti, e attraverso il suo contributo, a breve organizzeremo un incontro con il viceministro Emanuela Del Re e con l’assessore Chessa a cui potranno partecipare anche gli imprenditori interessati. Cascom, sulla base delle richieste dei numerosi imprenditori sardi che credono in questa importante iniziativa, chiede il contributo delle istituzioni sarde perché si possa costruire un dialogo costante ed efficace con il Ministero Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (Maeci) e con il governo tunisino. Il Mediterraneo rappresenta un elemento strategico per la crescita e lo sviluppo della Sardegna. Oggi più che mai siamo chiamati alla missione di rafforzare la nostra presenza in Tunisia per generare occupazione, benessere e lavoro fornendo contestualmente una via di crescita per le realtà imprenditoriali isolane che già operano in questi territori».

 

  • ebiten nazionale
  • formazienda
  • fidicom asvifidi
  • fondo di assistenza sanitaria